Castello di Thun


Thun, BE
  • Castello di Thun
  • Castello di Thun
al sito internet

Possente, solenne e inconfondibile con le sue quattro torri, il castello medievale del XII secolo troneggia alto sull'altura che sovrasta la città degli Zähringen. Il maestoso complesso offre una vista incomparabile sui monti circostanti, la città e il lago. Le cinque grandi sale del torrione ospitano il Museo Storico, che comprende numerosi beni culturali di valore. 
Ogni anno, all'interno di un piccolo spazio espositivo, vengono presentati temi a rotazione dedicati alla regione e alla storia nell'ambito di una mostra temporanea.

L'attuale castello con i suoi edifici annessi era in origine un borgo fortificato; nel XII secolo la struttura comprendeva una residenza signorile con complesso abitativo e cinta muraria, come confermano le indagini archeologiche eseguite nell'ambito dell'importante ristrutturazione del 2013.

Dopo l'acquisizione non proprio pacifica del complesso da parte dei duchi di Zähringen, sotto Berchtold V fu costruito l'imponente dongione conservatosi fino ad oggi. Tuttavia gli Zähringen non intendevano stabilirvisi, avendo già allestito una residenza a Burgdorf; con questa possente torre desideravano semplicemente porre a Thun un simbolo del loro potere sul territorio e sulle vie di commercio locali. Il torrione, inoltre, non si prestava a un uso residenziale; l'unica stanza, oggi ribattezzata "Sala dei cavalieri", si trovava a un'altezza di 14 metri dal suolo. All'epoca pomposo locale rappresentativo, attualmente costituisce una delle sale meglio conservate risalenti all'Alto Medioevo.

A partire dal XII secolo il castello di Thun e gli edifici annessi divennero sede della Signoria di Thun, subendo continui adeguamenti. E se a nome dei conti di Kyburg, subentrati in seguito, non si registra praticamente alcun intervento edilizio, durante il lungo periodo del dominio bernese si susseguirono, fino al 2006, diverse ristrutturazioni. Tra queste ultime rientrò anche la costruzione del Tribunale regionale. Almeno dal XVII secolo in poi, la sommità del dongione ospitò inoltre una prigione e nel 1886 il Cantone allestì nella cinta muraria della fortezza il nuovo carcere regionale. Le guardie carcerarie furono a lungo adibite anche alla vendita dei biglietti e alla sorveglianza del museo inaugurato nel 1888 nel torrione.

Dopo 800 anni di proprietà pubblica, nel 2010 sullo Schlossberg si ebbe una svolta radicale: la città di Thun cedette, con la sola eccezione del dongione, gli immobili sull'antica area della fortezza con i diritti di costruzione. A metà del 2014 sono stati inaugurati un centro conferenze e di formazione, un hotel e un ristorante. Il museo è stato inoltre dotato di una nuova area d'ingresso e di un locale espositivo supplementare.

Orari d'apertura

Aperto tutto l'anno.

Da aprile a ottobre: giornalmente 10.00 – 17.00

Novembre a gennaio: domenico 13.00 – 16.00 
(aperto giornalmente nelle vacanze di Natale)

Febbraio e marzo: giornalmente 13.00 – 16.00

Prezzi

Visitatori singole

  • Adulti: CHF 10.-
  • AVS, AI, AD, studenti, militari: CHF 8.-
  • Bambini a partire da 6 anni: CHF 3.-
  • Carta famiglia (2 genitori + 2 figli): CHF 20.-
  • PanoramaCard / Carta d'ospiti: CHF 8.-
  • Kulturlegi: CHF 6.- 

Gruppi

  • Almeno 10 persone: CHF 8.- per persona

Entrata gratuita con le seguenti tessere/carte

  • Passaporto Musei Svizzeri
  • Entrata gratuita per bambini sotto di 6 anni
Informazione

Divieto di ingresso ai cani.

La corte del castello e il locale delle mostre temporanee sono accessibili in sedia a rotelle.

Gastronomia

Nei pressi

  • Schloss Hotel Thun 
  • Hotel Freienhof
  • Hotel Krone
Come arrivare

In battello o in treno fino a Thun, dopodiché il castello è raggiungibile in 10 minuti a piedi.
Posti auto disponibili negli autosilo nei dintorni.

Come arrivare con Google Maps

 

suggerimenti

Suggestive passeggiate nelle valli montane e alpine circostanti o lungo il lago per grandi e piccini.

Nel centro storico sono presenti molte boutique che offrono articoli speciali.

indietro al quadro d'insieme

Anche questi castelli potrebbero