• Castello di Oberhofen
  • Castello di Oberhofen
  • Castello di Oberhofen
  • Castello di Oberhofen

Castello di Oberhofen


Oberhofen, BE
  • Castello di Oberhofen
  • Castello di Oberhofen
  • Castello di Oberhofen
al sito internet

Castello di Oberhofen - direttamente sul lago di Thun

Il complesso romantico con la sua torre medievale si affaccia direttamente sul lago di Thun, circondato dalla suggestiva cornice delle Alpi Bernesi. Il vasto parco, con lo sfarzoso giardino, è uno dei più belli della regione e invita a trascorrervi momenti di svago immersi nel verde. Il castello ospita un museo con numerose sale che attendono solo di essere scoperte per mettersi sulle tracce degli antichi abitanti del maniero. Mostre temporanee illustrano inoltre vari aspetti della storia del castello.    

Una magia lunga otto secoli

Il castello di Oberhofen è un vero e proprio emblema del lago di Thun e gode di grande notorietà. Il complesso, cresciuto nel corso dei secoli con la sua caratteristica torre medievale e la torretta sul lago, si può ammirare al meglio anche a bordo di un battello. Un vasto parco si estende lungo la sponda del lago, conferendo a questa suggestiva struttura una cornice ideale. Dal 2013 presso il castello è attivo anche un ristorante, che invita a una piacevole sosta sulla terrazza affacciata sul lago. 

Da castello sull'acqua a residenza estiva dei conti

Oberhofen nacque in origine come fortezza sull'acqua con cinta muraria e fossato. Prima di passare agli Asburgo, il castello era di proprietà dei von Eschenbach. Dopo la battaglia di Sempach del 1386, esso finì sotto il controllo di Berna e fino al 1421 appartenne ai von Scharnachthal, una delle più influenti famiglie del patriziato bernese del XV secolo. Ma siccome questa linea si estinse, il castello sul lago fu ereditato da quattro fratelli della famiglia Erlach, per poi divenire proprietà dello scoltetto Franz Ludwig von Erlach (1575–1651), a cui appartenevano anche i castelli di Spiez e Schadau. Dopo la sua morte, i Bernesi allestirono a Oberhofen un baliaggio, amministrato da un totale di 27 balivi fino al 1798. Nel 1844 il conte Albert de Pourtalès di Neuchatel, fedele alla causa prussiana, acquisì la tenuta e la convertì a residenza estiva per la propria famiglia, ristrutturandola in stile storicizzante. 

Da castello a museo

L'ultimo proprietario privato del castello fu un avvocato americano: William Maul Measey rilevò la tenuta nel 1925 e vi abitò fino ai primi anni '50. Diede vita a una fondazione e fece in modo che, a partire dal 1952, il castello di Oberhofen venisse gestito come filiale del Museo Storico di Berna. Arredato con mobilio e oggetti provenienti dalla sede centrale, il castello poté così essere reso accessibile al pubblico nel giugno 1954. Nel 2009 si rese indipendente dal Museo Storico, entrando a far parte della Fondazione Schloss Oberhofen. 

Salotto orientale

Il lungo avvicendamento dei proprietari del castello ne ha influenzato anche l'architettura e le dotazioni interne. Uno degli interventi di ristrutturazione più esteso fu eseguito da Albert de Pourtales. A lui si deve anche il salotto orientale, allestito nel 1855 in cima alla torre conformemente ai progetti di un architetto bernese, con l'intento di portare, in modo esclusivo e originale, un pezzetto di Oriente a Oberhofen.
La sala da pranzo in stile storicistico è testimone del tipo di vita che i conti conducevano nel castello. Il locale può essere affittato per matrimoni o eventi privati. Al periodo del baliaggio risale invece la prigione, situata in una delle ali più antiche del castello. Particolarmente degna di nota è poi la cappella adiacente, decorata con affreschi del XV secolo, anch'essa fruibile per sposalizi e battesimi. Anche il salone con accesso diretto alla terrazza del castello può essere affittato per organizzare feste e cerimonie in una splendida cornice. 

Il castello come luogo d'incontro

Un ricco programma di appuntamenti offre visite guidate, giornate tematiche, concerti, serate poliziesche, feste estive, rappresentazioni teatrali e cinema all'aperto rivolte a un variegato pubblico di destinatari. Per i più giovani, non mancano poi inoltre le iniziative dedicate come l'addestramento cavalleresco, offerto anche presso i castelli di Thun e Spiez. Nel parco è stata inaugurata una "galleria degli alberi", un percorso che fornisce informazioni sulle caratteristiche di 17 alberi selezionati. Il ristorante, con le sue finestre panoramiche e la terrazza sul lago, tenta infine tutti gli ospiti con le proprie specialità regionali.

Orari d'apertura

8 maggio alla 23 ottobre

Martedì - domenica e giorni festivi: 11 - 17

Parco: proprio orario d'apertura

Prezzi

Visitatori singoli

  • Adulti: CHF 10.–
  • Adulti ridotti: CHF 8.–
  • Bambini (6 – 16 anni): CHF 2.–

Comitive

  • A partire di 10 persone: CHF 8.- per persona

Libro ingresso

  • Passaporto Musei Svizzeri
  • Carta Raiffeisen
Informazione

Parco giochi davanti al castello e nel parco.
Sabbiera nei pressi del castello.
Possibilità di picnic nel parco (con pranzo al sacco o previa ordinazione del cestino da picnic al ristorante del castello di Oberhofen).
I cani sono ammessi nel ristorante. I cani non sono ammessi nel parco e all'interno del castello.

Parco con sentieri ghiaiosi (senza scalini), castello: solo parterre accessibile in sedia a rotelle, ristorante (toilette incluse) accessibile in sedia a rotelle 

Gastronomia

Nei pressi

  • Restaurant Schloss Oberhofen
  • Restaurant Montana, Park Hotel Oberhofen
Come arrivare

Autobus N°21/25 dalla stazione ferroviaria di Thun, fermata Oberhofen Dorf.

In battello da Thun o Interlaken fino a Oberhofen.

A1 direzione Berna, A6 direzione Interlaken, uscita Thun Nord, direzione Gunten, autosilo a Oberhofen.

Come arrivare con Google Maps

suggerimenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Escursioni (fra cui il Cammino di Santiago),

vela, nuoto (piscina all’aperto e coperta a Oberhofen), pedalò (davanti al

castello).

Alloggi

  • Park Hotel Oberhofen
  • Hotel Bellevue au Lac, Hilterfingen
indietro al quadro d'insieme

Anche questi castelli potrebbero